Cotone organico: cos'è e perchè sceglierlo per i nostri bambini.

Cotone organico, cos'è?
Organico o biologico, viene definito il cotone coltivato con l'utilizzo di metodi e sostanze a basso impatto ambientale, eliminando l'uso di pesticidi e fertilizzanti dannosi per l'ambiente e la salute. Il cotone organico inoltre, deve provenire da sementi non geneticamente modificate (OGM) ed è certificato secondo il regolamento CE n°834/2007 del 28 giugno 2007.

La diffusione della "green fashion" e dei tessuti organici non è solo un fenomeno modaliolo moderno, basti pensare che gli stessi Standard per il Tessile Biologico (Global Organic Textile Standards – GOTS), sono stati ufficializzati nel 1998 dal IFOAM International Federation of Organic Agriculture Movements.

La biancheria organica o biologica deve avere un contenuto di fibre naturali, provenienti da agricoltura biologica pari ad almeno il 95% per essere classificata come tale. Il restante 5% può essere composto da fibre naturali non certificate o da fibre sintetiche.

Perché scegliere il cotone organico per noi ed i nostri bambini?
Come dimostrano alcuni studi commissionati da TE e ICEA, è possibile affermare che le coltivazioni del cotone biologico danno:
•    46% riduzione delle emissioni di gas climalteranti;
•    70% riduzione delle emissioni responsabili dell’acidificazione;
•    26% riduzione dell’eutrofizzazione, ovvero dell’eccessivo arricchimento di sostanze nutritive dell’ecosistema;
•    91% riduzione consumi di acqua destinata principalmente all’irrigazione (esclusa l’acqua piovana)
•    62% riduzione consumi di energia primaria.

Ma se i soli dati relativi al minor impatto ambientale e rischio per l'ambiente non dovessero sembrarvi motivazioni sufficienti, provate allora a pensare alla quantità di sostanze, trattanti, coloranti, sbancanti, che vengono normalmente impiegate per realizzare i capi d'abbigliamento dei vostri bambini. Certo, un guardaroba monocromatico può essere poco allettante, ne sono convinta, ma per la biancheria a contatto con la pelle, cosa potreste mai trovare di meglio, di un cotone che non inquina l'ambiente ed è anche ipo-allergenico, poiché non sbiancato o tinto con sostanze chimiche aggressive?


La pelle è l'organo più esteso del nostro apparato tegumentario, ci protegge, respira e assorbe molte delle sostanze con le quali entra giornalmente in contatto.

"Vivere bio" non significa solo fare attenzione al cibo che ingeriamo e andare a comprare frutta e verdura dal contadino che produce biologico dietro casa, ma anche fare attenzione a tante piccole cose, a diminuire, nel nostro piccolo, l'impatto ambientale delle nostre vite e a prenderci cura del nostro corpo e benessere.. di tutto il nostro corpo. Non possiamo dimenticarci della nostra pelle!


Aziende come Nanaf Organic, importata in Italia da Alwero Natural Wool, producono capi d'intimo per i nostri cari, realizzati in 100% cotone organico certificati GOTS e ICEA.

Oltre ai capi premaman e neonato sono disponibili varie collezioni d'abbigliamento e tessili per la casa di vario genere, tutti realizzati in cotone di altissima qualità, belli e pratici, come le lenzuola oppure le comodissime salviette lavabili, indispensabili per la quotidianità di ogni mamma.
La busta porta pannolini e il sacchettino lavabile porta ciuccio sono una chicca assolutamente deliziosa, per portare fuori casa l'essenziale al cambio dei nostri piccoli.

Cosa ne pensate del cotone biologico?
Avete mai acquistato qualche capo d'abbigliamento in questo tipo di tessuto?
 Luisa ;-***

C'è chi invecchia e chi.. #TartarugheNinja2

E' quell'attimo preciso, in cui ti rendi conto di aver appena acquistato a tuo figlio (un po' in fretta e furia, per necessaria necessità, a dirla tutta..) una canotta con le tartarughe ninja sopra che.. la guardi veramente e.. PORC FFERO!!! (non chiedetemi la traduzione..)
Momento.. no. Queste sarebbero le Tartarughe Ninja?
Le stesse che guardavo io da bambina?
Quelle che mangiavano pizza e giravano assieme ad un sorcio peloso?

Possibile che io invecchio, annaspando tra rughe ed occhiaie, mentre i cartoni animati, quelli che già erano vecchi per me allora, ringiovaniscono e se la fanno pure con Megan Fox??
Non quadra.
Così ora, oltre ad aver acquistato una canotta di dubbio gusto, mi sento pure vecchia. Tragicamente vecchia. Oltre al danno..
That's it.

Tale canotta, farebbe niente meno che parte del merchandising del nuovo film targato Paramount, in uscita nelle sale Giovedì: “Tartarughe ninja – fuori dall’ombra”.
Sempre loro: Michelangelo, Donatello, Leonardo, Raffaello tornano al cinema per combattere il più cattivo dei cattivi, al fianco di April O'Neil (Megan Fox), Vern Fenwick (Will Arnett) e di un nuovo arrivato: il vigilante mascherato da giocatore di hockey Casey Jones (Stephen Amell). Dopo la sua fuga il supercriminale Shredder unisce le proprie forze allo scienziato pazzo Baxter Stockman (Tyler Perry) e ai due sciocchi scagnozzi, Bebop (Gary Anthony Williams) e Rocksteady (WWE Superstar Stephen "Sheamus" Farrelly), per scatenare un piano diabolico alla conquista del mondo. Quando le tartarughe si preparano ad affrontare Shredder e il suo nuovo team, si trovano di fronte ad un male ancora più grande ma con simili intenzioni: il famigerato Krang.

Personalmente non ho visto il primo capitolo della saga e mi godo un po' il fatto che manchino diversi anni prima che Gabriele possa interessarsi a personaggi e film simili.
Mi piace lasciarmi cullare dall'illusione che potrebbe preferire le vecchie tartarugone verdi, cartonate e, diciamocelo, più simpatiche e "a misura di bimbo" ai rugosi rettili, muscolosi ed ammiccanti dei moderni blockbusters.. lasciateme che me culli nell'illusione! Non me voglio sveglià ancora.

E poi niente, io sarò pure di parte, ma cara la mia Megan Fox.. ma li vuoi mettere gli Autobot con le Tartarughe Ninja? Ne vogliamo parlare?
Dalla Camaro al rettile palestrato?
Non c'è storia!

E voi cosa mi raccontate?
Accompagnerete i vostri masculi adolescenti al cinema a vedere questo nuovo film?

LUISA ;-**
#TartarugheNinja2 #FuoriDallOmbra


FVG per Bambini - in viaggio sulla Transalpina

E' ormai iniziata la stagione in cui mi ritrovo a rincorrere il ventilatore che oscilla in salotto, tempo di migrazione verso lidi meno caldi. Per me.
Non riesco nemmeno a provare l'ebbrezza dell'invidia per la moltitudine di fotografie di spiagge immacolate, sabbia bianca e acque cristalline che ripetutamente vengono pubblicate sui social dai più.. belle foto e, si, vorrei essere in vacanza, lontana da casa, lontana dal pc, lontana dal mondo. Un viaggio in treno. Chissà. Mi piacciono i treni.
transalpina

E a proposito di treni, vorrei raccontarvi della nostra splendida gita col trenino storico sulla transalpina. Lunga quasi 145km, apparteneva ad una serie di ardite linee ferroviarie di montagna, realizzate dall'impero Asburgico per collegare l'Europa Centrale al Mare Adriatico.

Noi abbiamo potuto percorrere il tratto di ferrovia che va dalla città di Nova Gorica a Bled, a bordo di un treno storico con locomotiva a vapore. Se avete bambini questa è un'ottima idea per passare un week end alternativo in zona.  Le giornate a disposizione per il viaggio, per ovvie ragioni economiche/ecologiche, si contano sulle dita di una mano e sono non più di due/tre l'anno. Implica: prenotare con un certo anticipo!!
transalpina
Siamo arrivati alla stazione ferroviaria di Nova Gorica alle 8:00 ed a causa di un guasto alla nostra carrozza.. ci hanno dovuti mettere nella carrozza VIP.. si, beh, onestamente, mi è proprio dispiaciuta la cosa. Uno scompartimento fatto a salottino tutto per noi, sedili morbidi e cuscinosi, bagno privato e .. ebbene sì, persino la cucina! Certamente si è perso un po' lo spirito del vivere la scomodità del viaggio come una volta, ma posso io umanamente contrastare la volontà sovrana che ha voluto mettermi nel salottino comodo e spazioso, anziché relegarmi agli sgabelli di legno da plebaglia?
Come a dire: una volta tanto che gira bene, vorrai pure stare a lamentarti? Ma, ti pare?

Due ore di viaggio emozionanti.. il rumore dei binari sotto la carrozza, il fumo (a tratti irrespirabile), la fuliggine nei bronchi, sulle mani, sui vestiti, ovunque, il panorama.. meraviglia!

Giunti alla stazione di Bled, la gita prevedeva anche il trasporto fino al castello, con ingresso e successivo scarrozzamento fino alla città sottostante, per il pranzo. Benché io non sia una grande amante dei viaggi organizzati, la fortuna di aver prenotato con una piccola agenzia e in poche persone ha evitato il classico "stress da mandria", tipico di questo genere di gite organizzate.
transalpina

Il lago è uno spettacolo per gli occhi ed il panorama dal castello merita sicuramente le diverse ore di viaggio. Pur essendo una delle mete più turistiche della Slovenia si respira un'aria incredibilmente rilassata e tranquilla. L'aria è fresca e tutto è così meravigliosamente verde e rigoglioso.

Il costo del biglietto è piuttosto elevato, circa 90€ a persona, ma comprende tutto quello di cui vi ho parlato, ed anche il pranzo sul lago.
transalpina
Nell'attesa di riprendere il treno a vapore, nel tardo pomeriggio, abbiamo potuto scegliere se percorrere a piedi (o in trenino) il sentiero di 6km che fa il giro delle rive del lago oppure se prendere una "pletna" e farci portare sull'isolotto al centro del lago, a visitare la chiesa di S.Maria Assunta.

Come tutti i luoghi così profondamente intrisi di fascino, questo è un posto accompagnato da innumerevoli storie e leggende locali... let the legend spread like wildfire.

Per maggiorni informazioni su costi, disponibilità e date, andate su www.club.si

Guestpost: Recensione Pannolino Bamboolik

Buongiorno a tutte.
Come saprete ormai io ho pressochè terminato lo spannolinaggio (che fa più figo) di Gabri. Anche se la notte indossa ancora un lavabile o una trainer, sarebbe piuttosto assurdo continuare a recensirvi pannolini senza avere un pupo su cui provarli. Non sarei in grado di fornirvi un parere sincero e completo.

bamboolik pannolino lavabile

Nel mese di Aprile, in occasione della SIPL, sulla pagina di Green Mama avevamo aperto uno speciale giveaway "Mamme tester, cercasi!", proprio con lo scopo di trovare altre mamme in grado di provare e "recensire" per tutte voi i pannolini che le aziende mi mandano da visionare.
Oggi ho l'onore di ospitare sul blog una mamma speciale, che inaugura uno dei primissimi guestpost della pagina: lei si chiama Sara ed è una delle due vincitrici del giveaway che vi ho citato poco fa.
Ha avuto la pazienza di provare per noi un pannolino di tipo pocket, prodotto da un'azienda della Rep.Ceca, ancora poco conosciuta in Italia, la BAMBOOLIK.
Ecco le sue impressioni:

A seguito di una fortunatissima vincita mi trovo a ricevere a casa un pannolino della Bamboolik.
Si tratta di un pocket, con interno in bamboo, il nome richiamava la materia prima, ma non so magari producono anche altri modelli con tessuti diversi; un inserto lungo in bamboo che presenta un bottoncino al centro, detto bottoncino non trova utilizzo nel pocket, credo che gli inserti siano interscambiabili per loro tra pocket e aio o ai2 e che quel bottone serva su altri modelli per fissarlo ad una mutandina o ad altro inserto, essendo un pocket comunque si ripiega dentro la tasca e non da nessuna noia.
Al tatto il bamboo è morbido e piacevole, a differenza di altri, anche dopo alcuni lavaggi si presenta ancora morbido, lo stesso vale per l'inserto assorbente, anche lui in bamboo ed estremamente mobido tanto da sembrare quasi lana.
La chiusura in vita è con il velcro, resistente e della giusta misura e i resize con i classici bottoni, combinata che trovo tra le più comode per i pannolini lavabili.
Lavato solo un paio di volte e provato ha già una buona assorbenza e non mi ha mai dato problemi di fuoriuscite, presenta inoltre delle piccole barriere all'interno nello strato di bamboo che aiutano molto a contenere le fuoriuscite.

Considerando che ho un bimbo di 14 mesi molto "piscione" lo uso 4 ore di seguito senza problemi (tempo massimo di prova semplicemente perché essendo lui un po' sensibile alle fibre naturali, non vorrei si arrossasse).
Ottimo pannolino da giorno, fantasia del pul simpatica.
Unico difetto dopo qualche utilizzo il bordo alto della vita scende ripiegandosi e facendo salire il velcro a contatto con il pancino, non so se sia un difetto di cucitura del pannolino o la conformazione del mio bimbo che lo fa un pò difettare nella vestibilità, in ogni caso se quando si infila si tende bene e si cerca di far aderire bene un pò il difetto diminuisce. 
Sottile e leggero, non ingombra e il bimbo si muove bene non presentando il classico culotto gonfio che si può  avere con alcuni pl.
pannolino lavabile bamboolik
Voti:
Aspetto: 3/5 fantasia carina ma ce ne sono di più originali e da vedere altri per capire se il difetto in vita sia solo di questo;
Vestibilità: 5/5 slim e veste anche toddlerini cosciottini come noi;
Tenuta: 4/5 ottimo da giorno tiene bene ma non oltre le 4 ore e non per la notte;
Prezzo: non lo conosco ma facendo un'ipotesi se costasse 17/18 sarebbe un'ottimo rapporto qualità prezzo.

Ciao e grazie.
Sara

Grazie Sara, per aver condiviso la tua opinione che, sono certa, potrà servire a qualche mamma come guida nell'acquisto di questa tipologia di pannolino.
Preciso che l'azienda produce anche altri modelli di lavabili, come AIO e AI2, cover e fitted. Il prezzo è attualmente disponibile sul loro sito solo in corone ceche, ma sono sicura che li troverete presto anche in qualche eshop in Italia.

Spero che vi sia piaciuto questo piccolo esperimento con i Guestpost.
Un abbraccio a tutte.
LUISA ;-**
 

Come mi vesti, mamma!? BABY BRANDS WE LOVE: Original Marines

L'abbigliamento per bambini è una delle cose che noi mamme amiamo di più. Una di quelle che ci fa venire i classici occhi a cuoricino, spalmate sulle vetrine dei negozi.

A volte mi capita di uscire a fare shopping, con la precisa idea di quello che mi serve - focus. stop. cardigan bianco. stop.- e di rientrare a casa con shoppers piene di vestiti per Gabri e - toh! - nessun cardigan bianco pour moi!
Capita anche a voi?
Lo posso immaginare.

original marines

In questi anni vi ho parlato spesso dei Brands per bambini che amo di più: Zara, Okaidi, Kiabi, Dottyfish, DPAM..
Oggi vi vorrei parlare di una altro famosissimo Brand di abbigliamento per bambini che amo davvero tanto. Impossibile non conoscerlo: è Original Marines!

Original Marines mi piace perché i suoi capi sono comodi, con fantasie allegre e tessuti di grande qualità, con linee di abbigliamento adatte a diverse destinazioni d'uso: dall'occasione elegante al completino adatto alla scuola.
Negli ultimi anni hanno anche ampliato la gamma di taglie disponibili: anni fa, ad esempio, la taglia 2 anni non esisteva. Era un bel problema!

Parlando di qualità dei tessuti, quello che mi colpisce sempre è il modo in cui effettivamente i capi non sbiadiscono col tempo e con i molteplici lavaggi ai quali li sottopongo settimanalmente. Gabri, come tutti i bambini delle sua età, si sporca con una facilità e rapidità disarmanti, perciò mi ritrovo a lavare la stessa maglietta svariate volte nell'arco della settimana. Anche della stessa giornata, a volte!
Original Marines, per le proprie linee di abbigliamento ha scelto il cotone COTTON USA, #COTTONUSA #originalcotton #LoveMyCotton tra i più puri al mondo, naturale, pregiato e resistente, in grado di mantenere colori brillanti e massima vestibilità.

“Il cotone è molto più di un tessuto – commenta Domenico Romano, Direttore Marketing Original Marines – E’ un mondo fatto di natura, comodità, morbidezza e resistenza. Abbiamo scelto di produrre abbigliamento con uno dei migliori cotoni del mondo, il cotone americano, componente fondamentale dei capi con etichetta COTTON USA. Una scelta vincente, provata da una collaborazione che va avanti ormai da sette anni”. 


Questo mese Original Marines promuove un video in cui racconta, tra batuffoli di cotone, un mondo fatto di carta, di sorrisi e la spontaneità con cui i più piccoli affrontano la vita. La fantasia dei bambini, che si rispecchia anche nei loro vestiti, diventa protagonista del video e della campagna.
abbigliamento original marines

Le fantasie, i colori ed i personaggi delle loro linee di abbigliamento sono sempre diversi, divertenti e mai scontati.
La nostra è una famiglia di motociclisti e, per farvi un esempio, la scorsa stagione ho trovato da Original Marines tutta una linea di abbigliamento in stile "biker" che era una favola! Potevo non comprargliela, secondo voi, la maglia col casco?

Personalmente amo le linee Original Marines e come mamma apprezzo la scelta dell'azienda, di realizzare capi d'abbigliamento in un tessuto naturale di qualità, rispettoso dell'ambiente, della pelle di mio figlio e del mio portafogli.
E voi cosa ne dite?
Vi piace questo Brand?
LUISA;-**




Seguimi su Facebook!

I 5 migliori alleati di una mamma ecologica


Siamo giornalmente bombardate dalle pubblicità di assorbenti lisci come la seta, che filtrano e assorbono ettolitri di liquido bluastro e salva slip che ti fanno sentire così al sicuro, da non poter proprio evitare di raccontarlo al telefono alle amiche.

I 5 migliori alleati di una "mamma ecologica"

Perché ci semplificano la vita e ci fanno "cambiare direzione", alleggerendo il fastidio dei tacchi alti e donandoci una piacevole sensazione di asciutto continuo.
Se.
Vabbè.
Raccontamelo di nuovo.
Il giorno che l'assorbente mi preparerà anche il caffè, ci farò un pensiero su!

Ma la vita senza usa e getta e senza salviettine struccanti miracolose è davvero tanto male, secondo voi? Perché oggi ho pensato di parlarvi di 5 preziosissimi alleati che ogni donna, anche solo minimamente ambientalista, conoscerà certamente come il palmo della propria mano.

coppetta mestruale

Prima tra tutte la Coppetta Mestruale. Io e la Coppetta Mestruale abbiamo avuto un rapporto altalenante, di amore/odio, a tratti. Ne ho acquistata una subito dopo il capoparto, convinta che mi sarei immediatamente convertita al suo uso. In realtà ci ho messo un po' di tempo a capire che il modello acquistato, di quella taglia, per me non andava bene. Era troppo grande e non si apriva bene, causandomi scomode perdite e inutile frustrazione.
Inutile dire che l'ho abbandonata con quella che: "No, no io con la coppetta proprio non mi ci trovo!". Tempo dopo ho provato un modello differente, di una taglia più piccola e vi confesso che mi sono sentita davvero un'idiota ad aver rinunciato così frettolosamente. E' comoda, pratica e una volta indossata dura molte ore, per cui non ho la necessità di cambiarmi di continuo, con quel misto di terrore e dubbio di essermi sporcata. Ovviamente è riutilizzabile e necessita unicamente di una sterilizzazione tra un ciclo ed il successivo.

Non sono molto esperta in marchi, materiali e forme, ma se avete qualche dubbio o domanda vi rimando al Forum Italiano sulla Coppetta Mestruale. Troverete sicuramente tutte le informazioni che vi possono servire e altre donne con esperienza che possono rispondere alle vostre domande.
Andate a dare un'occhiata anche ad Ecomestruazioni, lo trovo un blog davvero utilissimo.

Questa nella foto è la nuova versione della Coppetta Mestruale di Natù che sto usando in questo periodo. E' la taglia 1, la più piccola, che per me ha il diametro giusto per aderire bene evitando perdite. E' prodotta in Italia, in silicone platinico al 100% ipoallergenico e non contiene coloranti, lattice, ftalati, profumi, sbiancanti o sostanze chimiche. Con questa riesco a stare tranquilla per 6/7 ore buone. 5 nei giorni di flusso più abbondante.

salva slip culla di teby

E comunque no. Non sono capace di rinunciare del tutto agli assorbenti esterni. Li uso sia nei giorni prima del ciclo, per sentirmi più sicura, che in altri momenti, optando per salva slip lavabili, come questi di Culla di Teby.

Perciò numero due: Salva Slip lavabili.

Li trovate nel loro e-shop.
Mi piacciono perché è possibile sceglierli con diversi tipi di materiali a contatto, come questi che sono in cotone biologico, con materiale waterproof internamente.
culla di teby
Non corro il rischio di sporcarmi, si possono riutilizzare infinite volte ed hanno anche una tasca speciale, nella quale è possibile inserire altro materiale assorbente per modificare/aumentare il grado di assorbenza, a seconda della necessità.
Super!


Alleato numero tre: l'Assorbente Lavabile vero e proprio.

Quello che non può mancare, da portare in borsetta, nei giorni subito prima dell'arrivo delle rosse. E' una sicurezza in più. Io ne ho sempre un paio con me, anche quando esco con la coppetta mestruale e so di non avere la certezza di un bagno disponibile.
Quelli nella foto sono particolarmente colorati, ma esistono anche nelle più classiche varianti bianca o nera, in modo da mimetizzarsi al meglio col tipo di abbigliamento e biancheria che portate.
Anche in questo caso ne trovate in commercio di materiali diversi e grado di assorbenza differente, a seconda delle necessità.
assorbenti lavabili
Questi di Charlie Banana sono in microfibra e si agganciano sotto gli slip con dei comodi bottoncini, che possono essere utilizzati anche per ripiegare l'assorbente come vedete, rendendolo ancora meno ingombrante e più comodo da portare fuori casa.

mini wet bag

Un'altra cosa che apprezzo di questo modello di Charlie Banana è che hanno pensato già al numero quattro della lista: nella confezione di assorbenti, infatti, hanno incluso una mini wet bag.

Un po' come per i pannolini lavabili, una delle domande e perplessità più frequenti è proprio: ma dove li metto?
Quando sono fuori casa, con i miei bei assorbenti lavabili ed ho la necessità di cambiarmi, dove li ripongo?

Ed ecco la soluzione: una piccola wet bag richiudibile, in grado di trattenere odori e umidità, comoda e discreta, da portare ovunque, direttamente nella borsetta. E' una cosa tanto semplice quanto geniale e indispensabile. Credetemi!

dischetti leva trucco

Per concludere la nostra lista di prodotti lavabili davvero indispensabili loro non potevano certo mancare: i dischetti leva trucco lavabili!Sono niente meno che il corrispettivo lavabile delle famosissime salviette struccanti, solo che in questo caso siete voi a decidere con cosa "inzupparle" prima del vostro quotidiano trattamento viso.
E, cosa piuttosto ovvia, non dovrete gettarle nell'umido, ma tra la biancheria da lavare, in attesa di riutilizzarle ancora. Poco spreco, tanta comodità.

Questi che vedete sono i dischetti leva trucco della linea Culla di Teby Pink e possono essere impiegati non solo per eliminare il trucco, ma anche per detergere la pelle dei bambini, dentro e fuori casa, al posto dei tradizionali batuffoli di cotone. Magari imbevuti in un buon olio detergente. Why not? Fateci un pensierino ed andate a vedere la gamma completa dei loro prodotti.

Oltre ai dischetti lavabili e ai cinque prodotti che vi ho elencato in questa mini rassegna ve ne sono molti altri di indubbia utilità, ma per questa volta mi fermerei qui.
Cosa ve ne pare?
Utilizzate già questi prodotti? Come vi trovate?
LUISA ;-**
 
Seguimi su Facebook! Vieni a visitare il mio Shop!