Chi sono io?

4.1.13 Luisa NeoMamma On Board 15 Comments

Domanda complicata.
Inizierei dicendo che ho compiuto 26 anni lo scorso Ottobre. Mi chiamo Luisa e mi sono laureata nel 2009 in Tecniche Erboristiche, corso tanto bello quanto di drammatica inutilità nel mondo del lavoro.

Questo perché nel nostro amatissimo paese Integratori Alimentari e Fitoterapici sono ancora considerati alla stregua di acqua sporca, quasi del tutto privi di attività biologica e per questo vendibili senza la necessità di specifiche conoscenze in materia. Ma non ho intenzione di tediarvi oltre con l'argomento.

Per questa ragione, in parte, ho deciso di proseguire i miei studi con una seconda laurea in Farmacia, di cui attualmente sono in arretrato di 8 esami.
Lavoro, anche solo stagionalmente, da quando ho compiuto 16 anni e nella mia continua ricerca di un'indipendenza economica (e non solo) dalla mia famiglia, cerco da tempo e con non poca fatica di conciliare il mio lavoro, dipendente e PRECARIO, con gli studi (e concluderei dicendo fanXXXXXlo a chi ha il coraggio di definire i giovani italiani dei "choosy"!).

Ho perso mia madre due anni fa a causa del cancro e a lei ho promesso che avrei terminato i miei studi.
Ci provo. Posso dire solo questo.
Nonostante gli ultimi anni trascorsi, che potremmo oggettivamente definire "sfortunati", non sono capace di fermarmi. Devo guardare sempre, costantemente, al domani con un'intensa necessità di vita, di uno spazio da poter definire realmente "mio" nel mondo. Uno spazio che abbia la mia forma e il mio colore.
In parte questa sono sempre stata io, è parte del mio carattere prendere le cose di petto e forse, in parte, ho cambiato il mio modo di affrontare le cose da quando mia madre si è ammalata.

Così, in barba alla crisi e all'imu, io e il mio fidanzato, Stefano, abbiamo deciso di comprare casa e di sposarci.
Ci siamo informati presso il comune della nostra città sul da farsi, abbiamo girato ristoranti e trattorie locali per cercare un posto che ci piacesse per il ricevimento e ho persino trascinato la mia testimone ad una prima, fatidica, prova d'abito.. .. .. per poi scoprire, in Settembre, di essere incinta!

Era nei nostri desideri più di ogni altra cosa, ma non nei nostri imminenti piani e credevo che per il mio fidanzato, che di mestiere fa il programmatore (ma lo è anche nella vita) ;-)) , sarebbe stato più difficile da realizzare.. In realtà è stato più difficile per me che per chiunque altro.
Persino mia suocera l'ha presa benone! E' magicamente entrata in modalità *supernonna ON*.
Ma io per qualche mese ho vagato in un limbo di incredulità e terrore. Una sensazione come di sospensione, bloccata in un "MA.. ! .. ? .. ??".
Ho raccontato per mesi a me stessa che non stava accadendo nulla, continuando a scorrazzare per la città con lo scooter, a sfaticare e rimproverarmi allo specchio perché "stavo mettendo su peso".

Fortunatamente sono stata incoraggiata e aiutata molto dal mio compagno e da alcune carissime amiche, nell'avvicinarmi al mondo della maternità in modo più sereno e rilassato.
Il ché ovviamente non significa che io non sia stracolma di paranoie e domande assurde, ma semplicemente che ora osservo con orgoglio la mia panciona crescere ogni settimana.
Amo sentire il mio pesciolino muoversi e lamentarsi della posizione in cui sono seduta e aspetto con ansia e terrore il giorno in cui potrò tenerlo tra le braccia.

Di questo parlerò. Raccontando quello che ho affrontato in questi sei mesi, anche di noiosi particolari burocratici, perché l'Italia in cui viviamo non è un paese che rende facile godere del proprio diritto alla maternità.



15 commenti:

  1. ciao Luisa, benvenuta nel mondo dei blog!piacere di conoscerti!
    congratulazioni per la tua gravidanza e per tutto quello che stai facendo!
    Nonostante io abbia due figli sono ancora in paranoia...non si ha mai finito di imparare come genitori!! quindi non ti preoccupare, vivi serenamente e fatti guidare dal tuo istinto materno, andrà tutto bene!
    in bocca al lupo per tutto
    ciao Debora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Debora!!
      Sapere che la paura del parto e di diventare genitori non è una cosa che "passa" una volta che si ha figli, mi conforta.. o per lo meno mi fa sentire più "normale"! ;-))
      In bocca al lupo anche a te.

      Elimina
  2. bello leggere la tua storia... hai mai pensato di rivolgere le tue conoscenze erboristiche alle mamme e neo-mamme? è un mondo affascinante che può essere utile anche con i bambini... A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' quello che cerco di fare ogni giorno, anche sul lavoro, anche se per quanto riguarda la gravidanza e i bambini bisogna sempre andarci con i piedi di piombo e molte mamme non amano sentirselo dire..
      Ma sei hai bisogno di qualche consiglio specifico, chiedi pure, se posso essere d'aiuto lo faccio più che volentieri, anche dalla rete! ;-)
      Un bacio.

      Elimina
  3. Ho intasato i post con i commenti, ma mi è piaciuto molto leggerti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma va non ti preoccupare, mi fa immensamente piacere sapere che qualcuno mi legge ;-)) bacio bacio

      Elimina
  4. ciao Luisa che dolcezza che ho percepito nella tua descrizione punteggiata da note di tristezza, comunque ho notato che hai scelto la tua strada con forza e amore
    quindi auguri per tutto
    n.b. noi amiamo la fitoterapia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie degli auguri!
      E grazie per essere passata. Un bacio grande! ;-)

      Elimina
  5. a volte si pensa che mille parole possano rappresentare i nostri stati d'animo, ma con questa tua descrizione sei riuscita, in poche righe, a trasmettere amore, delicatezza, sensibilità, timore, rispetto, determinazione, umiltà
    benvenuta nel mondo dei blog e grazie per esserti unita a noi e voler condividere le tue emotività
    dal mio piccolo ti posso dire che anche io, entrata da poco in questo mondo, ho potuto assaporare quanta compagnia ci si può fare tra noi, anche e sopratutto nei momenti difficili :-)
    un abbraccio virtuale a te e al tuo pesciolino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio per il tuo dolcissimo benvenuto!
      Spero che "condividere" questo meraviglioso viaggio che è la maternità, sebbene in modo piuttosto anonimo, possa essere di qualche aiuto e conforto per me stessa e per chi vorrà prenderne parte.
      Ti abbraccio forte.

      Elimina
  6. Ciao Luisa (ora ho capito, almeno, che lu sta per luisa ^_^ ) Mi piace moltissimo questa presentazione che ho letto per conoscerti subito un pochino meglio...il tempo è sempre poco, ma mi piace "tastare il terreno": sono felicissima che tu mi abbia pescata non so dove, abbiamo alcune cose in comune,oltre alla regione di appartenenza! Anche io, nel 2000, ho scoperto a sorpresa di aspettare la prima figlia...che cosa strana, eh? Ma poi è uno splendore dietro l'altro!!! Ora mi segno follower!! ^_^
    E complimentissimi ancora più vivi per questo tuo angolo di Rete!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio moltissimo!
      A volte la vita ci coglie di sorpresa,come è capitato a noi,ma se le sorprese fossero sempre così meravigliose allora sarebbe più semplice!
      Mi sembra che tu di "sorprese" meravigliose ne abbia addirittura tre...che spettacolo!!!Sono felice di averti "trovata" in questo strano mondo virtuale.Ti seguirò molto volentieri!!!
      :-*

      Elimina
  7. Non potevo non passare a leggerti, hai un blog davvero bello e ti faccio un mega in bocca al lupo per tutto!!!
    Da quanto ho letto ne hai passate tante e mi spiace!
    Tecniche erboristiche quindi... io sono super interessata a tutto quello che riguarda l'erboristeria, da sempre, quindi preparati a duemila domande da parte mia!!!
    Un abbraccio Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia, se gentile! La domande sono sempre le benvenute!! Mi piace dare chiarimenti e consigli, quando possibile. ;-*****

      Elimina
  8. Gentile Luisa,

    mi chiamo Andrea Borgia e sono proprietario di un negozio one line di Giocattoli Ecologici per Bambini e Neonati.

    http://www.biosolex.com/

    Nel nostro negozio abbiamo una sezione dedicata ai Bisogni Educativi Speciali:

    http://www.biosolex.com/categorie/bisogni-educativi-speciali/

    Vorrei sapere se è disponibile a sviluppare insieme interessanti progetti di collaborazione.

    Resto in attesa di un suo riscontro.

    Cordiali saluti,
    Andrea Borgia.

    RispondiElimina