Corso pre-parto: primo incontro - contrazioni, posizione podalica, massaggio perineale -

8.2.13 Luisa NeoMamma On Board 4 Comments


Ogni distretto sanitario si organizza diversamente per predisporre corsi pre-parto gratuiti per gestanti, perciò la prima cosa che potete fare è domandare al ginecologo che vi segue a chi dovete rivolgervi per poterne frequentare uno.
Ovviamente l'utilità del corso e gli argomenti che vengono trattati durante gli incontri dipendono molto dalla persona che lo gestisce (spesso un'ostetrica) ma, in generale, dovrebbe essere un momento per condividere con altre quasi-mamme le proprie esperienze e dubbi, beneficiando dei consigli di chi vi partecipa.
A tal proposito:


CURIOSITA': per quelle neo-mamme che anche in gravidanza non riescono a fare proprio a meno degli insaccati. Per evitare il problema toxoplasma, comprate gli insaccati confezionati sottovuoto e metteteli nel congelatore. Quando vi viene voglia di prosciutto lo fate scongelare e lo potete mangiare tranquillamente. Così mi è stato detto. ;-)

Eravamo circa una decina questa mattina, di età abbastanza diverse, alcune alla seconda gravidanza, ma tutte con scadenza nel mese di Aprile.
Vi racconterò come è andata e di cosa abbiamo parlato.

Abbiamo iniziato parlando delle contrazioni uterine che si possono percepire in queste settimane e che generalmente scompaiono più avanti nella gravidanza. Possono essere contrazioni parziali dell'utero, spesso generate da movimenti del bambino che premono contro la muscolatura uterina e che generalmente danno una sensazione di fastidio che permane per alcuni minuti. Altre sono contrazioni complete dell'utero, con una forte rigidità del ventre e dolore simile a quello delle mestruazioni. Sono contrazioni piuttosto normali in questa fase della gravidanza, in cui l'utero aumenta molto di dimensioni, sono generalmente isolate e sporadiche e le si avverte maggiormente alla sera, quando si è un po' più stanche. Se invece accade di avere contrazioni più frequenti e ravvicinate tra loro è solitamente segnale che abbiamo fatto qualche sforzo di troppo o che siamo rimaste per troppo tempo sedute nella stessa posizione. Fare un po' di movimento senza eccedere nello sforzo fisico sarebbe opportuno per evitare che le contrazioni aumentino di intensità e frequenza dovendo ricorrere all'ospedalizzazione.

Dato che la maggior parte dei nostri piccoli puponi (quasi tutte pupone, per dire la verità!) si è presentata in posizione podalica all'ultima ecografia, l'ostetrica ci ha spiegato che la posizione podalica del feto in queste settimane non è definitiva, perché hanno ancora molto spazio e tempo per sistemarsi "nel verso giusto". 
Ci ha spiegato che molti bambini rimangono in posizione podalica a causa di una muscolatura perineale molto contratta e che per questo sarebbe bene fare degli esercizi specifici, adatti a prendere coscienza di tale muscolatura, contribuendo a rilassarla e preparandoci ad utilizzarla nel modo più corretto il giorno del parto. Altri bambini invece rimangono in tale posizione perché hanno il cordone ombelicale corto oppure sistemato male e non riescono a girarsi, oppure semplicemente perché stanno più comodi in quella determinata posizione. 
Per aiutare il pesciolino a girarsi ci sono svariati esercizi fisici da poter eseguire in queste settimane, alcuni si fanno persino in piscina con l'aiuto del partner, in modo da renderli meno pesanti per la panciona della mamma. 
Ad ogni modo ci è stato spiegato che, se all'ultima ecografia (che io ho in programma alla fine di questo mese) il piccolo dovesse risultare ancora podalico, l'ospedale da la possibilità di eseguire una manovra per cercare di rigirarlo. Non so bene di cosa si tratti, ma sembrerebbe essere una manovra piuttosto invasiva e non necessariamente risolutiva della situazione, che potrebbe comunque concludersi con la necessità di un parto cesareo.
Quello che invece non sapevo è che nonostante la posizione podalica e il cesareo programmato, capita comunque spesso che alcune donne vadano in travaglio prima della data stabilita e che il bambino nasca podalico senza grossi problemi.

Per prendere coscienza di cosa sia la muscolatura perineale abbiamo iniziato con qualche esercizio. Stando sedute a gambe incrociate, con le braccia rilassate sulle ginocchia abbiamo associato la respirazione alla contrazione volontaria dei muscoli della vagina, semplicemente contraendoli all'inspirazione per poi rilassarli all'espirazione.

Un altro semplice esercizio posturale che può influire positivamente sul rilassamento della muscolatura perineale e, visto che ci siamo, anche alleviare un po' il mal di schiena è quello di stare alcuni minuti seduti a terra con l'angolo di un cuscino (che non sia troppo morbido) sotto il coccige, in modo tale da tenere ben diritta la colonna vertebrale. Raddrizzare bene le spalle rilassando le braccia, spingere il mento verso dietro e respirare lentamente immaginando che una corda ci tiri verso l'alto. Evitare di stare in questa posizione troppo a lungo.

Proverò a postare qui di seguito le immagini di una scheda sul massaggio perineale che ci è stata data questa mattina. Spero che si vedano e che si riesca a leggere quello che c'è scritto, altrimenti provvederò a riscrivere tutto in un post appositamente dedicato all'argomento più avanti.

PS: Aprite il "Continua a leggere" per vedere le schede!!!








Seguimi su Facebook! Vieni a visitare il mio Shop!

4 commenti:

  1. Son sincera, ho boicottato il corso durante la prima gravidanza ed anche in questa seconda attesa, mi sto,ripetendo. Qui li fanno di sabato mattina e dopo una settimana di lavoro, non me la sento di impegnare anche il we. In più sono anche un po' vigliacca e preferisco non sapere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh beh.. a parte il fatto che trovo utile, essendo alla mia prima gravidanza, conoscere altre donne con cui confrontarmi e discutere, gli argomenti che si trattano sono sempre gli stessi.. e non credo che tu ti perda granchè! E poi puoi sempre rifarti con i miei "riassuntoni" ;-)))))

      Elimina
    2. Infatti mi son letta tutto d'un fiato!!! Di preciso dove sta questo perineo non l'ho mica capito, non vorrei confonderlo con qualcos'altro?! ;-))

      Elimina
    3. http://medicinapertutti.altervista.org/argomento/perineo

      Beh più o meno sta tutto là.. là..

      Elimina