Il Venerdì del Libro #2 - Il cervello del Bambino. Come si forma la mente.

31.1.14 Luisa NeoMamma On Board 6 Comments

Titolo: Il cervello del Bambino. Come si forma la mente.
Autore: Hugo Lagercrantz
Data pubb.: 2010
Casa Ed.: Giunti collana Saggi Giunti
Prezzo di copertina: 12€
Io lo ho acquistato QUI

E' l'ultimo libro che ho terminato di leggere. E voi vi chiederete WHY??  Di fatto l'ho comperato perché mi interessava capire in che modo si sviluppa l'apprendimento nel neonato. Cercavo una via di mezzo tra un qualcosa di più easy e discorsivo ed un saggio di informazione scientifica e, in parte, posso dire di aver trovato quello che cercavo. La maggior parte del libro tratta, molto nel dettaglio e con un linguaggio piuttosto tecnico specifico, del modo in cui si sviluppa il cervello del feto nel grembo materno e di come, di conseguenza, alcune sostanze o agenti esterni possono influire sulla sua corretta formazione. A questo punto mi sento in dovere di ringraziare gli stronzissimi (detto con affetto, logicamente... anche se non per tutti.. non completamente..) docenti di Patologia, Fisiologia e Anatomia dell'Università, per avermi permesso di comprendere di cosa si stava parlando! ;-)
Immagini, cenni storici e riferimenti ad esperimenti scientifici tutto compreso!



La seconda metà del libro è quella che interessava maggiormente alla sottoscritta: l'apprendimento e lo sviluppo della memoria dalla nascita in poi. Inizia con un interessantissimo capitolo sui nati prematuri, seguito dall'accurata analisi della formazione della memoria, dell'apprendimento del linguaggio, i legami affettivi, l'interazione sociale, l'importanza degli stimoli esterni nello sviluppo. Bello! Come argomenti si potrebbero approfondire molto di più, ma non nelle sole 192 pagine del libro in questione. In fin dei conti, leggersi tutta la prima parte non è stato poi così male. Direi persino che ne è valsa la pena.
Di sicuro non lo consiglierei a chi non possiede almeno un minima base di Anatomia: la prima parte risulterebbe estremamente complessa da comprendere e probabilmente persino più interminabile di come è sembrata a me (a meno che non vogliate saltarla a piedi pari, si intende). Non è nemmeno un testo puramente scientifico adatto agli studenti di Medicina più sfegatati. E' una docile via di mezzo per chi ha l'interesse e il coraggio di avventurarcisi e sopratutto per chi, a differenza della sottoscritta, non ha la palpebra calante dopo le prime cinque/sei righe. Dover ricominciare lo stesso capitolo più volte finisce per essere davvero snervante...

Con questo Post partecipo al Venerdì del Libro di Homemade Mamma!

Il Venerdì del Libro di Homemade Mamma di Oggi
Leggi tutti i miei Venerdì del Libro
Quelli del "Venerdì del Libro" su Pinterest

Questa iniziativa mi piace moltissimo!
Appena avrò un po' di tempo creerò delle icone di selezione sul menù anche per questa iniziativa, così sarà più semplice seguirla fino in fondo.

6 commenti:

  1. La materia mi interessa ma adesso credo proprio non reggerei!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Palpebra calantes anche tu?? :-D

      Elimina
  2. Ecco all'appello un'altra palpebra calante... ma che nerrrrrviiii!
    Molto interessante, però, questa proposta...

    RispondiElimina
  3. ...interessante segnalazione...

    RispondiElimina