La comunicazione nella coppia prima e dopo i figli..

14.1.14 Luisa NeoMamma On Board 12 Comments


Avrei voluto scrivere qualcosa sull'argomento, ma se ne parla in lungo e in largo ovunque, anche troppo, a volte anche un po' a sproposito... Quel che è certo è che l'arrivo di un figlio cambia completamente la visione di noi stessi come individui, il rapporto che abbiamo con il nostro partner e persino il nostro modo di vivere la vita di ogni giorno

Così ho preferito raccontare le cose a modo mio. 
Anche perché Pisto non mi da proprio tregua in questi giorni (oggi si è addormentato alle 11.20... esco in punta di piedi dalla camera, accendo il pc, ore 11.24 è sveglio che ulula... fate vobis) e quando riesco a ritagliarmi cinque miserrimi minuti da dedicare a me stessa devo comunque sottrarli dal tempo in cui Papà-Littel è a casa. Non farò mistero del fatto che questa cosa mi pesi immensamente e che mi faccia inevitabilmente sentire a disagio e in colpa, come madre, come compagna. 

PS: per la cronaca, ho provato anche a metterlo qui vicino a me, sul seggiolone, con dei giochini per scrivere queste due righe striminzite di post. A giocare con lui, tra una parola e l'altra. A cantargli qualcosa. A prenderlo in braccio e a rimetterlo giù quando si è calmato. Vorrei farvi sentire le sue urla. Ma ancor più vorrei poterle registrare e poi mettere il registratore acceso, in loop, con le urla di Pisto, direttamente sul comodino di quel genio di psicologopuericultoretestadimi**ia che mi viene a dire che i bambini non fanno i capricci.....
LUISA;-***


Ti è piaciuto questo articolo?
Segui anche la mia Pagina Facebook, per rimanere sempre aggiornata sulle ultime novità del blog!!

12 commenti:

  1. Come ti capisco...
    Mio figlio più grande ha cominciato a dormire adesso che ha 3 anni (solo di notte perché il sonnellino pomeridiano l'abbiamo perso 6 mesi fa) e di giorno è una piccola peste in azione: farebbe di tutto per attirare l'attenzione di mamma e papà!
    Anche per noi all'inizio è stato un truma e il nostro rapporto di copia è stato messo alla prova, ma ora che lo conosco meglio ho capito che fa così perché è un bambino molto sensibile ed ha bisogno di continue conferme, di sapere che mamma e papà sono lì per lui.
    Cerca la tua attenzione perché tu per lui sei la persona più importante al mondo ed ogni suo piccolo bisogno dipende da te.
    Questi bambini sono sicuramente quelli che ci fanno stancare di più e ci fanno perdere più facilmente la pazienza, ma poi in cambio ti danno un amore immenso ed incondizionato che ti ripaga di tutto!
    Quindi su con il morale, vedrai che crescendo le cose andranno sempre meglio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono sicura che ci sia una spiegazione più che plausibile per i suoi comportamenti, come dici tu. E' che a volte mi mancano le energie necessarie per affrontare questi momenti con la dovuta calma e lucidità.
      Grazie per il tuo incoraggiamento, sembra una stupidaggine, ma sapere che anche altre mamme possono aver incontrato difficoltà simili fa sentire meno sole e sciocche ;-)
      Un abbraccio!
      ;-**

      Elimina
  2. Capisco la crisi di nervi che ti prende in questi frangenti... spero che il piccolo capisca presto che anche se mamma non lo guarda sempre, lui è sempre nel suo cuore. Occhei, ci vorrà un bel po'...
    In realtà volevo parlare del disegno sulle relazioni che hai fatto sopra.
    Sono proprio d'accordo.
    Non c'è altro da dire, avevi ragione tu ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' che anche noi, come tutti probabilmente, stiamo attraversando quella complicata fase di assestamento che c'è dopo la nascita del primo figlio. Quell'attimo in cui devi ricostruire te stesso come individuo, comprendere il tuo ruolo come genitore e riuscire ad incastra tutto questo assieme alla persona con la quale hai deciso di mettere su famiglia... è come una partita a tetris ai livelli più avanzati. Mi sento stanca, impaurita, ansiosa. Ma so che ne verremo fuori vincitori!!
      Desideravo parlarne da tempo, ma a volte la penna, il pennarello e il pennello sono più audaci e lesti delle dita sulla tastiera, almeno per me..
      ;-))))

      Elimina
  3. Non per scoraggiati, ma il mio ha quasi tre anni, eppure mi cerca anche solo per farmi vedere che ha fatto il phon con le costruzioni...
    Riguardo al rapporto viene messo a dura prova...ma poi, con impegno, torna tutto come prima...o quasi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che dolciotto ;-) A me sta anche discretamente bene che lui sia la mia.ombra e che cerchi la mia approvazione..è solo che non vedo l'ora che le urla vengano sostituite dalle parole...al mio.udito gioverebbe :-D

      Elimina
  4. Non lo so se sono capricci, so solo che vivo con nove kg in più addosso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah come ti capisco!!!Per non parlare della cozza che ho attaccata addosso certe notti... :-D

      Elimina
  5. oh come ti capisco...ooohhh si si...e giusto perchè tu non devi sentirti sola nemmeno per un secondo, ti lascio il link del post che scrissi qualche tempo fa: http://mammaeco.blogspot.it/2013/05/cicogna-coppia-che-scoppia.html
    se hai voglia (meglio dire "tempo e modo"), leggilo, spero ti possa essere d'aiuto come è stato per me leggere i post di altre blogger
    un abbraccio molto solidale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio!!Verrò a leggerlo molto, molto volentieri!!!!
      :-*

      Elimina
  6. Mamma mia che blog meraviglioso!! L'avesse trovato 19 anni fa mi sarebbe servito moltissimo. Chissà...sarà per i futuri nipotini, spero!! Comunque, io vengo dal "Winter link party" e sono felice di aver trovato te con tutti questi consigli e cose interesanti che riguardano i bimbi, la famiglia e le mamme. Che Dio ti benedica. Ora ti seguo e ti lascio un'abbraccio forte! Alla prossima!!

    RispondiElimina
  7. Ti ringrazio per i tuoi complimenti, mi hai sinceramente commossa! Sono felice che il link-party ti abbia condotta qui da me, verrò anch'io presto a trovarti, con vero piacere!!
    Un grande abbraccio! ;-**

    RispondiElimina