Pannolini lavabili - un'altra inutile guida. Il perché. #1

23.9.14 Luisa NeoMamma On Board 10 Comments

Tra le varie "novità" di quest'estate, come vi dicevo, c'è anche il fatto che abbiamo iniziato ad utilizzare i pannolini lavabili. L'argomento mi ha sempre interessata ma, devo ammetterlo, ci ha messo un po' ad attecchire su di me che, per mia natura, sono un tantinino schifettosa...
Ma alla fine ce l'abbiamo fatta.

gabri e i pannolini

Prima di addentrarmi nell'argomento (magari non in questo post) vorrei spiegarvi perché ho deciso di iniziare ad utilizzarli, anche se Pisto aveva già un anno compiuto. Avrei potuto dare ascolto alla mia schifettosaggine/perplessevolezza e continuare ad utilizzare gli usa e getta, dopotutto. Invece no.



Non ho alcuna intenzione di tediarvi con il solito romanzo sugli incredibili benefici del loro utilizzo per la salute e l'economia domestica.. no grazie. Quei "romanzi" sono la principale motivazione per cui ci ho impiegato così tanto ad interessarmi alla faccenda. Pensavo: "OMMMIODDDIO ecco la nuova moda del momento. Siamo alle solite.". Io diffido. Diffido sempre e troppo. Specialmente se di una cosa se ne parla troppo e troppo bene, come in questo caso. Ma potrete comunque trovare centinaia di informazioni, opinioni contrastanti e recensioni sul web.

Io vorrei parlarvi del MIO perché SI.

Anzitutto devo dire che la prima vera pulce nell'orecchio, per così dire, mi è arrivata da questo Post di Shaulalala, di Gennaio. Una testimonianza onesta, finalmente. Che mi ha fatto riflettere e pensare: "Ah, ma allora si può fare davvero!!".

"quello che facciamo lo facciamo perchè noi per primi ci crediamo e perchè lo riteniamo valido e consono alla nostra vita. Non salverà il mondo e tantomeno deve salvare la nostra coscienza."

Scrive lei. 

Queste stesse parole possono riassumervi il mio perché. 

La curiosità è donna, noi lo sappiamo. E capita spesso che qualche amica mi guardi con sguardo interrogativo quando mi capita di cambiare Pisto al volo...
"Ma non è un lavoraccio inutile??" mi chiedono.
Generalmente rispondo "E' un lavoraccio si." 
Richiede tempo, organizzazione, non è praticissimo e nemmeno incredibilmente economico. 
Allora solitamente lo sguardo interrogativo si fa perplesso e persino un tantino compassionevole.

Richiede tempo ed organizzazione perché i pannolini vanno lavati e devono avere il tempo di asciugare per essere utilizzati. Non sono praticissimi perché ingombranti e di infinite tipologie. Se poi vogliamo parlare di economia allora ci sono numerosi fattori da prendere in considerazione: il costo di un pannolino lavabile può variare dai 5-6€ (cinesi) ai 30€ (quelli sartoriali), bisogna averne diversi e comunque si usurano nel tempo. Ai pannolini va comunque sommato il costo (irrisorio se si è oculati) di detersivi, acqua ed energia elettrica. Persino dal lato "ecologia" ci sarebbero diversi puntini sulle I da mettere...
E allora perché?

Potrei rispondere con una domanda simile: perché fare la raccolta differenziata?
Anche questa richiede tempo, spazio di stoccaggio, organizzazione e spesso ci vengono anche a raccontare che "tanto buttano tutto nell'inceneritore".

La risposta è semplice: lo faccio perché ci credo.
Io ci credo.

Il fatto che io utilizzi i pannolini lavabili oppure che io faccia la raccolta differenziata non cambierà il mondo, questo è poco ma sicuro. Ma il mio senso di responsabilità come madre, che pensa al futuro del proprio figlio, mi dice che se tutti, ciascuno nel "proprio piccolo", facessimo "un po' di più" e "un po' meglio", forse allora potremmo fare davvero qualcosa di utile.
Non mi riesce di fare spallucce e dire "ma tanto".

PS: l'autrice di questo Post scrive nella piena consapevolezza che verrà pubblicamente linciata da tutte le fanatiche di pannolini lavabili del web e bannata da qualsiasi gruppo, forum di discussione in proposito. ;-))

10 commenti:

  1. Ahhhhh, bannata e linciata no dai..........!!! ;-) io non mi reputo fanatica, ma ci credo come te, ho iniziatoa crederci 6 anni con la prima figlia e non era ancora "di moda" come effettivamente è adesso.

    Sono daccordo su quello che dici, tranne una cosa, che si usurano... io posso dirti che molti dei pannolini usati con la prima figlia li ho riusati con il secondo e conto di riusarli con il terzo. :-)
    Con la prima figlia avevo tenuto il conto delle spese di usa e getta e lavabili, facevo un po un misto e il risparmio economico c'è eccome. Poi se ci facciamo prendere dalla moda, come a volte succede e compriamo i super cool (è capitato anche a me, e sto cercando di resistere a non comprane altri :-) ) allora il costo effettivamente sale.
    Ciao un abbraccio (dalla compagnia di gruppo ohmedusette) che forse è un meglio se non vinciamo :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nuoooo ohmedusette rilevanza! !! A ha ha in effetti non vincere è un toccasana per il portafogli, ma se dovessimo vincere sarebbe un segno del destino!!!!!! :-))))

      Mah io in fatto di usura posso dire poco perché li uso da pochi mesi ma anche quel fattore, esattamente come l'impatto economico, varia dall'uso che se ne fa.In molte si lamentano perché si rovinano e usurano, perciò il fatto esiste..che poi sia dovuto ad una probabile erronea manutenzione/lavaggio/utilizzo è molto soggettivo.. come per il dispendio di energia, acqua, denaro, detersivi. .

      Elimina
    2. Io avevo scritto "rulezzzZz" non "rilevanza"....chiedo scusa da parte del mio T9 invadente!!!

      Elimina
  2. IO ho optato per quelli usa e getta ecologici, però c'è da dire che vivendo in una regione dal clima severo e con pochissimo spazio in casa, rischiavo di dovermi comprare un'asciugatrice per quelli lavabili, come hanno fatto tutte le amiche del posto che li hanno usati...quindi addio risparmio ed ecologia. Se avessi vissuto in Sicilia, invece, ci avrei pensato seriamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Urca...io non vivo in Sicilia, ma non posso dire che questo inverno abbia mai fatto seriamente freddo... nei prossimi mesi ti farò sapere come va..

      Ma sai che gli ecologici li ho provati anch'io prima dei lavabili!?? I MOLTEX e i Naty. .ma non mi sono trovata granché. ..avevano una strana vestibilità e a Pisto facevano l'effetto "paccone"... (I moltex)...gli penzolavano tra le gambette. .

      Elimina
  3. L'hai detta giusta: alla fine ce l'abbiamo fatta! Ci vuole un po' di tempo e pazienza per entrare nell'ottica dell'organizzazione e della nuova routine... considerato poi che ci sono tanti modelli... prima di capirci qualche cosa ci vuole un momentino...
    ma davvero hai trovato il pannolino lavabile dai cinesi???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ohyeah! ! Comprati su ebay... 5 euro l'uno e niente spese di spedizione. ..considerando che sono quasi tutti made in China e che per l'estate non volevo rovinare quelli "buoni" al mare, stanno continuando a fare il loro sporco dovere! !!

      Elimina
  4. intanto felice di esserti stata in qualche modo d'incoraggiamento.
    per l'usura posso dirti che, tranne alcuni dei primi che quindi si sono fatti due bambini e quattro anni di servizio ininterrotto, hanno tenuto tutti molto bene, e molti sono ancora perfettamente integri.
    e comunque quelli rovinati si sono rovinati solo dove ci davo giù pesante con la spazzola da bucato, probabilmente troppo rigida.
    comunque, brava! dci bene, basta un po' d'organizzazione e soprattutto non essere troppo rigidi. secondo dovrebbe prevalere lo stesso atteggiamento che abbiamo con i piatti e le stoviglie usa e getta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto! !
      Sai cosa? È che in molti non sanno che gli usa e getta andrebbero puliti prima di essere gettati e quelli che lo sanno, comprensibilmente, se ne fregano....me compresa eh! Non mi escludo dal gruppo!!!
      Se fosse più chiaro allora la differenza coi lavabili sembrerebbe meno abissale. ..

      Elimina
    2. Hai ragione Shaula, come non usiamo i piatti di plastica tutti i giorni (anche se sono pratici - credo) dovrebbe valere per tutti gli altri usa e getta. Semplicemente perché è una soluzione razionale!

      Elimina