Dermatite seborroica - un anno dopo. Olio Bebè GreenEnergyOrganics + un breve excursus sull'olio di Rosa Mosqueta

17.2.15 Luisa NeoMamma On Board 1 Comments

Ci risiamo. Anche questo inverno sono comparse le solite crosticine bianco-giallognole sul cuoio capelluto di Pistillino, complice forse il fatto che non ho mai adoperato uno shampoo delicato specifico per lavargli i capelli.. madre degenere!!
Non lo so, neh!
Non ho la certezza matematica che sia questa la ragione. Però sono ricomparse, proprio negli stessi punti in cui le aveva di piccolino, ve lo ricordate? ->Dermatite seborroica del neonato - altrimenti detta "crosta lattea". La sensazione è che, in generale, non gli diano più di tanto fastidio, ma spesso si gratta, quando lo pettino.

logo azienda
Questa volta ho deciso di correre ai ripari prima che le crosticine iniziassero a dargli veramente fastidio ed ho deciso di sfruttare un olio, che mi è stato dato da provare: L'Olio Bebè di GEO GreenEnergyOrganics. 

http://www.greenenergyorganics.it/


Avevo qualche campioncino prova, che ho aperto e raccolto in un unico flacone, in modo da poterglielo versare con più facilità.

Questa azienda mi piace moltissimo, poiché produce cosmetici Eco Bio certificati di grande qualità e qui non si trova molto facilmente, pur essendo distribuita in un'infinità di paesi esteri, come si può intuire dal packaging multilingue (anche troppo multilingue!!). Al di là dell'impronta commerciale, sto avendo modo di testare alcuni loro prodotti della linea bimbo e li trovo assolutamente ottimi, anche da un punto di vista chimico: non contengono alcool, coloranti sintetici, SLS, SLES, petrolati, emulsionanti sintetici, etossilati, glutine, parabeni,oli essenziali, formaldeide, propellenti, sostanze di origine animale, siliconi, sono composti senza l'utilizzo di OGM, non sono testati sugli animali e sono testati per nikel, cromo e cobalto.

Il loro Olio Bebè, quello di cui mi accingo a parlarvi, è sicuramente la miscela di oli per corpo, tra le numerose che ho provato, che mi è piaciuta di più: ha degli ottimi componenti e la profumazione è delicatissima, cosa che mi ha permesso di applicarne alcune gocce sui capelli di Pupi senza timore.

prodotto e pisto
























Ho semplicemente sfregato un po' il cuoio capelluto con questa miscela ed ho lasciato che lui continuasse a giocare nella vasca, tranquillamente, cosa che ha permesso alla pelle e alle crosticine di ammorbidirsi. Ho sfregato delicatamente con la spugna e poi ho lavato tutto con uno shampoo per bambini naturale e delicato, di cui vi parlerò prossimamente. Asciugato col phon e via!
Niente unto e niente crosticine!! Grazie GEO!!

Trattandosi di un prodotto con pochi componeneti, tutti di origine naturale e da agricoltura biologica, ve li elencherò direttamente qui, senza ricorrere alle solite tabelle:
* Helianthus Annus Seed Oil -> Olio di Semi di Girasole
* Prunus Amygdalus Dulcis Oil -> Olio di Mandorle 
* Argania Spinosa Kernel Oil -> Olio di Argan 
* Rosa Moschata Oil -> Olio di Rosa Mosqueta
* Calendula Officinalis Flower Oil -> Olio di Calendula
* Olea Europaea Friut Oil -> Olio D'Oliva
* Vitis Vinifera Seed Oil -> Olio di Semi di Vite Rossa
* Fragranza
* Capryloyl Glycine (additivo biologico)
* Tocopherol (antiossidante)

Voto al prodotto: 5/5 il massimo 

NOTA: Spesso mi scrivete per chiedermi informazioni riguardo le sostanze negli INCI e per farmi alcune segnalazioni. In questa miscela voglio segnalarvi la presenza dell'olio di Rosa Mosqueta del Cile, che assieme a quello di Argan e a quello di Calendula, ha delle proprietà nutritive e rigeneranti della cute senza eguali (è anche molto costoso, se di buona qualità). L'Olio di Rosa Mosqueta, contrariamente a quello che si pensa, è derivato dalla spremitura a freddo dei semi della pianta e non dai fiori, perciò ha un odore di "unto", si può dire? Non sa di "rosa", come in molti pensano (cosa di cui il 95% delle mie clienti si lamentava sempre)! Ha un odore piuttosto pungente e una colorazione scura e spesso necessita di fragranze che lo "mitighino" per essere utilizzato, come in questo caso e di qualche sostanza che lo stabilizzi, perché irrancidisce con estrema facilità. Perciò se intendete acquistare dell'Olio di Rosa Mosqueta per smagliature e rughe, tenete conto dell'odore e del tipo di flacone che lo contiene: meglio in vetro scuro, per limitarne l'esposizione alla luce e con un sistema di erogazione che lo metta in contatto con l'aria il meno possibile.

;-*** Bacini germosi (ancora) - 
Luisa


[[post sponsorizzato]]
Ti è piaciuto questo articolo?
Segui anche la mia Pagina Facebook, per rimanere sempre aggiornata sulle ultime novità del blog!!

1 commento: