I miei TOP 5 Shampoo ECO BIO per Capelli Grassi

14.2.17 Luisa NeoMamma On Board 0 Comments

Trovare un buon shampoo per i miei capelli è sempre un bel problema! Ho una cute piuttosto grassa e reattiva, con tendenza a produrre forfora nei periodi di maggiore stress (il che equivale a circa 8 mesi all'anno...) e capelli sottili e fragili.

I miei TOP 5 Shampoo ECO BIO per Capelli Grassi

Il risultato, con quasi tutti gli shampoo per capelli grassi che ho provato, è sempre stato quello di ottenere una detergenza eccessiva del cuoio capelluto, con conseguente prurito e fastidio e chiome pesanti e secche. Un giorno puliti ed il giorno successivo via di coda o chignon!

Il primo passo è stato quello di bandire i siliconi dagli shampoo che utilizzavo, per evitare di appesantire ulteriormente il capello infagottandolo di sostanze chimiche, che sì districano, ma che non contribuiscono a far respirare adeguatamente il bulbo, rendendo la cute ancor più grassa in tempi brevissimi.
Dopodiché ho iniziato ad alternare shampoo specifici per cute grassa a shampoo più delicati, indicati per lavaggi frequenti.

Tendiamo ad essere eccessivamente abitudinari con la varietà di prodotti che utilizziamo per l'igiene e la cura del nostro corpo: quando ne troviamo uno con il quale ci troviamo particolarmente bene, siamo inevitabilmente tentati di riacquistarlo, nella certezza di fare un buon acquisto e di esserne soddisfatti. Questo lo facciamo tutti, io compresa. Sarebbe bene però alternare e variare con maggiore frequenza i prodotti che utilizziamo per il nostro corpo/viso/capelli. Quegli stessi prodotti che "ci spalmiamo", come dice un conosciutissimo sito di consigli di bellezza eco bio.

Un' altro accorgimento che è possibile adottare nel caso di cute grassa e sensibile, come la mia, è quello di diluire lo shampoo. A me ne ha ne parlato, per la prima volta, la mia parrucchiera di fiducia, nonché cugina acquisita, Greta, lo scorso Agosto. Se sentite che lo shampoo che state utilizzando è troppo aggressivo e vi provoca prurito dopo il lavaggio, potete pensare di diluirlo. Diluire lo shampoo permette di ottenere una versione meno sgrassante rispetto al cosmetico puro ed un'azione più delicata sulla cute.
Io ho iniziato facendo delle prove, utilizzando un flacone di shampoo vuoto. In alcuni casi, diluire lo shampoo ne semplifica anche di molto la distribuzione durante il lavaggio, ma può essere fuorviante, specie per quegli shampoo poco schiumogeni: siamo portati a pensare che poca schiuma = lo shampoo non lava, ma non è necessariamente così!

Come diluire lo shampoo? Non c'è una regola precisa. Il mio consiglio è di fare delle prove: iniziate col diluirlo 1/2 (una parte di shampoo e due parti d'acqua) e verificate se vi è sufficiente per ottenere capelli puliti senza pruriti (ho fatto la rima... ammazza...).

Nel tempo ho iniziato a scoprire e a provare una certa quantità di detergenti per capelli di marca eco bio, alcuni dei quali mi sono piaciuti moltissimo. Ecco la mia personale TOP 5:

Elenco Shampoo
Perciò, ricapitolando. Se anche voi avete una cute che produce molto sebo ed è particolarmente reattiva e delicata, le cose che potete provare a fare, per sopravvivere un giorno in più allo chignon, sono:
* provare diversi shampoo specifici per la cute grassa, privi di siliconi e sostanze che appesantiscono e danneggiano il capello. Io vi ho elencato quelli che ho preferito finora;
* alternare e variare gli shampoo specifici per cute grassa con quelli delicati per uso frequente;

* non cadere nel tranello dell'abitudinarietà;
* provare, se occorre, a diluire lo shampoo con acqua.

C'è qualcuna di voi che ha il mio stesso problema?
Quali shampoo utilizzate? Come vi trovate?

Luisa ;-****

Seguimi su Facebook! Vieni a visitare il mio Shop!

0 commenti: