E il secondo? Quando lo fate?

13.4.17 Luisa NeoMamma On Board 10 Comments

Come ogni anno, arriva la primavera. Dai cappotti stretti e dai maglioni infeltriti si scoprono finalmente i pancioni, stretti nelle t-shirt delle loro mamme, belli rotondi e sorridenti.
E il secondo? Quando lo fate?

Primavera per me significa essenzialmente due cose: allergia fotonica e gente che ritorna all'assalto con la fatidica domanda "E il secondo? Quando lo fate?".
Parenti e amici, cioè le persone che più sarebbero autorizzate a porla, la fatidica domanda, non chiedono più da anni. Ma il cinguettio dei pettirossi è come il richiamo delle sirene e ricorda alle persone che è tempo di procreare, che è tempo di covare le uova e rifare le tende al nido e - spostano lo sguardo su di te - e tu stoni! Ne hai già uno grandicello, in fondo, dov'è il tuo pancione rotondo? Dove sono le tue tende nuove e il tuo nido accogliente?

Niente nido, niente tende, niente ammiccamenti e le rotondità che fanno capolino dalla mia t-shirt nascondono solo i residui del panettone di Natale. Dei panettoni degli scorsi due o tre Natali, nel mio caso.
Ma grazie lo stesso, gentile sconosciuta incontrata al parco, per avermi fatto tornare in mente che:
1 - Anche quest'anno sarò bocciata con disonore alla prova costume;
2 - Non ho nemmeno una giustificazione plausibile alla bocciatura.
Perché se sei incinta è normale che tu sia tonda e che non abbia una particolare voglia di mostrarti in costume. Grazie di cuore, per non aver colto l'occasione di farti un bel mazzo di cazzi tuoi!

Ma si, dico io, facciamo pure conversazione sul mio utero e sul suo stato di salute. Parlare di procreazione e delle rispettive capacità riproduttive è diventato uso comune, anche tra estranei, non è qualcosa di privato e personale, ma altri argomenti ad essa connessi - strettamente connessi - rimangono un tabù insormontabile. Detta in parole povere: del mio utero, al parco, con una sconosciuta, posso tranquillamente parlare, ma accennare al sesso no, non è assolutamente contemplato. Se parli pubblicamente di sesso sei una scostumata, persino un po' volgare. La procreazione è una cosa pulita, atto fondamentale per la sopravvivenza dell'umanità, ma come ci si arrivi è un segreto, di cui non bisogna parlare mai!

E il sesso è solo uno dei tanti argomenti del quale non è bene parlare, quando si fa una conversazione leggera con una persona appena conosciuta. 

Io lo dico sempre, sono stata fortunatissima ad essere rimasta incinta di Gabriele subito, senza grossi problemi o particolari complicazioni. Ricordo una scena, piuttosto imbarazzante, di quando stavo aspettando Gabri: eravamo nella sala d'attesa della mia ginecologa, Stefano ed io, e conosciamo una donna, anche lei alla ricerca della gravidanza. Una signora esuberante, un po' in là con gli anni, che dopo aver preso un po' di confidenza ci guarda e, indicando il mio pancione, domanda: " Ma voi, come avete fatto?". Io, che allora avevo 25 anni e ancora poca dimestichezza con l'argomento, sono diventata paonazza.. perché non capivo cosa volesse sapere, di preciso.. Era abbastanza ovvio che alla base della sua domanda, ci fosse un mondo di problematiche relative al concepimento che solo ora posso comprendere realmente. Lì per lì, lo confesso, non lo capii proprio.

Quel particolare episodio, aggiunto alle decine di diverse motivazioni che mi sono sentita di dover dare in questi ultimi anni, al fatto di non aver ancora messo in cantiere un secondo figlio, mi fanno sempre più pensare che, comunque sia, problemi o non problemi, difficoltà o non difficoltà.. faremmo tutti bene a farci i cazzi nostri un po' di più!
Decidere se e come e quando e perché avere un figlio, se farne uno, due, tre o sette o anche nessuno.. sono decisioni più intime, personali e sofferte della maggior parte delle decisioni che dobbiamo prendere nelle nostre vite. Decidere di avere un figlio, concepirlo, farlo nascere, crescerlo ed educarlo non è come comprare un'auto nuova!

Se proprio non sapete che altro domandare, allora parlate del tempo, come fanno più giustamente i nostri amici inglesi e se vorrò raccontarvi di quello che accade al mio utero, sarò io volentieri a farlo, di mia spontanea volontà. Non impicciatevi e non fate stupidamente domande che potrebbero ferire le persone, solo perché è primavera e la prassi prevede che io, a questo punto, debba avere il pancione. La mia è solo panza! E se proprio siete così coraggiosi e volete azzardare a fare domande intime, fate pure, io di sesso parlo senza grosse difficoltà.

LUISA ;-****

10 commenti:

  1. Grande Luisa! Ti lovvo!
    Quando la gente capirà che è meglio farsi i fatti propri, che i figli non sono una moda... allora nevicherà rosso!!! E allora sì che parleranno del meteo! Un abbraccio Grande, Eli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elisa. È che proprio perché capita a così tante donne di avere problemi/difficoltà con la gravidanza e la maternità che dovremmo capire che su certi argomenti è meglio non domandare. Che certi discorsi vanno affrontati in maniera differente e meno diretta. Ma di solito sono proprio sconosciute donne a chiedere..

      Elimina
  2. Guarda, con il fatto che aspetto gemelli, ora anche l'ultimo passante si sente in diritto di chiedermi se ce ne sono già in famiglia o se ho fatto delle cure. Che se anche fosse, devo venire a parlarne con te?!? E poi, che ti frega sapere se è genetica, caso o medicina? Per non parlare di quelli che, poi, aggiungono: certo che gemelli, poverina!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, lo posso immaginare, mi spiace! Non ci rimane che farci due risate sopra e sfogarci quando siamo sature di fastidio.. e comunque sono tanto felice per voi.. sono certa che sarà una nuova meravigliosa avventura!! *occhi a cuoricino*

      Elimina
    2. Grande!!!!
      Allora doppia felicità e doppie congratulazioni!!!! :D
      Sarebbe piaciuto tanto anche a me avere due gemelli, non so se avrei retto di sanità mentale, ma l'idea mi è sempre piaciuta :)))
      Un super in bocca al lupo e ancora tante tante congratulazioni!
      (scusa Luisa l'infiltrazione)

      Elimina
    3. 'Infiltrazione' mi fa venire in mente tante brutte cose ahahaha ma figurati!!! ;-***

      Elimina
  3. Posso anche aggiungere la più stupida domanda mai sentita al mondo: "ma l'avete cercato o è capitato per caso?" .........
    Certa gente cercasse il cervello prima di aprire bocca!!!!
    :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se lo cercasse troverebbe IL NULLA più dilagante!! ahahah

      Elimina
  4. ps. Comunque Luisa, se ne vuoi parlare in privato perchè hai bisogno di sfogarti o altro, contattami pure!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giulia, scusami, leggo solo ora il tuo messaggio. Ti ringrazio, so che puoi capire come mi sento. TI scrvierò volentieri, quando sarò presa dallo sconforto..

      Elimina