Vacanze nel Weekend coi Bambini

26.7.17 Luisa NeoMamma On Board 2 Comments

In questo periodo trovo davvero pochissimo tempo per scrivere e non riesco quasi mai a pubblicare tutti gli articoli che vorrei. È un'estate piuttosto impegnativa, ma se riusciremo a trovare il tempo per fare delle vere vacanze, non sarà prima della fine di Settembre, temo. Eppure sopravvivere alla stagione estiva organizzando mini vacanze nel wekkend coi bambini non è cosa semplice.


Capita a tutti, almeno una volta nella vita, di dover razionare la vacanze estive nei fine settimana. Da coppietta "joung and free" la cosa non mi è mai pesata più di tanto ma ora, con Gabri, anche organizzare uscite di un paio di giorni è diventato sicuramente più complicato.
Primo perchè sappiamo bene che noi genitori, quando si tratta di andare in qualsiasi posto con i nostri figli, siamo tentati di portarci dietro la casa, neanche stessimo programmando il viaggio della vita in Burundi! Prima si trattava solo di scegliere quale paio di scarpe eleganti infilare nello zaino da abbinare al vestito per l'uscita del Sabato sera, ora è molto di più: la Tachipirina, vuoi non portartela dietro? E il termometro? Non si sa mai. Una maglia pesante se fa freddo. Un paio di scarpe se piove. Un ricambio di calzini in più... Cose così. Cose per lui, ovviamente! Non per te, madre degenere, che ti ritrovi perennemente a comprare spazzolino e dentifricio all'Autogrill e a pettinarti con le mani come i trogloditi!

Un'altra nota dolente dell'organizzare vacanze nel weekend con i bambini è il DOVE. Dove si va? Se è vero che quando eri giovane ti sarebbe bastato montare una tenda nel giardino dei vicini per sentirti "in vacanza" e staccare completamente dalla routine quotidiana, ora stabilire il luogo adatto a trascorrre due notti fuori casa con i tuoi figli può non essere cosa semplice. Ci vuole un posto che offra intrattenimento sufficiente per i piccoli curiosi di casa e che, al contempo, permetta ai genitori di rilassarsi qualche ora.

Rilassarsi. Se avete già sperimentato questo tipo di vacanza lampo con i vostri figli, sarete certamente daccordo con me nel dire che, per quanto ci si sforzi, non c'è proprio niente di rilassante nel preparare i bagagli per tutta la famiglia, mettersi in macchina, trasferirsi in un posto e ri-impacchettare tutto per tornare a casa, in meno di 72 ore. Certo, ti diverti e sei felice di trascorrere del tempo con la tua famiglia fuori casa, ma la sensazione che ti rimane è quella di aver appena terminato tutti i 240km della Marathon Des Sables del Marocco. E di averla fatta tutta in infradito! Ma tant'è. Non ci si può mica sempre lamentare, giusto?

Ad oggi abbiamo già fatto due mini vacanze estive: una sulla Riviera Romagnola e l'altra alle Terme di Čatež, in Slovenia. Entrambe sono mete che, sebbene in modo piuttosto diverso, offrono esattamente quello che stavamo cercando: divertimento e relax a portata di mano.
Se anche per voi le vacanze estive sono ancora un miraggio e avete bisogno di allontanarvi dal lavoro e dalla città per qualche giorno, potrebbero fare anche al caso vostro. Ve ne parlerò prossimamente.

LUISA ;-***

2 commenti:

  1. Per noi manca un paio di settimane alle vacanze vere e proprie, ci sto arrivando sfinita e per questo io cerco, bramo e pratico la tua tecnica di un week end qua e uno la. L'ultimo l'abbiamo fatto in treno, e ci ha permesso di risparmiare tempo, perché siamo arrivati molto prima che se avessimo usato l'auto, di arrivare meno stanchi per il fatto di non aver guidato e di una maggiore tolleranza dei bambini che presi dalla novità, si sono adattati molto bene al viaggio e ci è pure scappata una pennichella ed infine il viaggio in treno mi ha alleggerito il lavoro "bagagli", perché ti devi per forza portare meno roba e dimezzi la fatica di prepararli e di disfarli. Prova ;-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria Elena, grazie. In realtà, specialmente per il viaggio in Romagna, abbiamo considerato l'alternativa treno. L'idea di non dover guidare per quattro ore di fila ci è inizialmente parsa allettante, ma alla fine la abbiamo scartata. La verità è che da un punto di vista puramente economico non ci sarebbe convenuto e che, sotto sotto, mio marito ed io siamo due che amano profondamente guidare..

      Elimina