Pannolini lavabili dalla nascita

12.4.18 Luisa NeoMamma On Board 1 Comments

La maggior parte dei messaggi e delle email che mi mandate, sono per richiedere informazioni sulla possibilità di utilizzare i pannolini lavabili dalla nascita.
Iniziare coi lavabili dalla nascita

Sono sempre molto felice di constatare quanto interesse l'argomento susciti nelle neo mamme, perché questo significa che gli anni passati cercando di promuoverne l'utilizzo, tutti i messaggi inviati, i post scritti e gli incontri fatti sono serviti ad avvicinare i genitori a questo meraviglioso mondo.

La prima risposta che do, sempre, è si: si possono utilizzare i pannolini lavabili, fin dalla nascita (e anche prima, se vogliamo tenere conto del fatto che Andrea è nato pretermine). Si può fare, assolutamente. L'invito che rivolgo a tutte è però a non lasciarsi trasportare dall'entusiasmo iniziale: iniziare coi lavabili non è proprio una passeggiata.

Trovare il giusto assetto non è sempre immediato ed equivale ad "aggiungere altra carne al fuoco". Specialmente alle mamme in attesa del primo figlio, consiglio di pensarci bene. Quando arriva un bambino in casa sono già moltissime le cose che cambiano nella nostra vita e numerose sono le cose alle quali dobbiamo dare la precedenza: l'allattamento, la salute del nostro bambino, i nuovi equilibri famigliari. Ciò non toglie che siano molte le mamme assolutamente in grado di utilizzare i lavabili dalla nascita col primo figlio, ma consiglio sempre di rifletterci su.

Secondariamente, è difficile dire a priori quale modello di lavabile andrà bene prima che il bimbo sia nato, questo perché non è facile prevedere come sarà la sua corporatura e se sarà un bambino che farà tanta o poca pipì. Questo rende più difficile consigliare le mamme verso quale modello di pannolino indirizzare i loro acquisti.
La maggior parte dei modelli in vendita sono i cosiddetti OS (one size) o taglia unica e vestono solitamente a partire dai 3/4kg in su. Per i neonati esistono i pannolini newborn, che possono essere utilizzati fai dai primissimi giorni di vita, anche con i piccoli pretermine.
Per una mamma in attesa del suo primo bambino questo significa dover affrontare un doppio acquisto: i newborn prima ed i taglia unica dopo. Aggiungiamoci l'incertezza di essere in grado di trovare tempo e forze per utilizzarli da subito e capirete perché, di solito, consiglio alle nuove mamme che di aspettare che il bambino abbia 3-4 mesi prima di fare acquisti seri.

Nell'attesa è sempre possibile informarsi presso una pannolinoteca, provare differenti modelli a noleggio e anche pensare di approfittare delle liste nascita per farsi regalare qualche bel kit di pannolini di marca e modello differenti da provare.
Provare modelli e marche diverse, con caratteristiche e tessuti differenti è sempre il modo migliore per evitare di fare un acquisto errato e spendere denaro inutilmente!

Per una mamma in attesa del secondo figlio può essere meno complicato pensare di utilizzare i lavabili da subito perché, anche se non è detto che i modelli che andavano bene al primo figlio siano adatti anche al secondo, ha già un'idea abbastanza precisa della loro gestione quotidiana. Conosce già il tipo di impegno che richiedono e come gestirne al meglio lavaggio e routine, con i mezzi a propria disposizione.

Io con Gabriele ho iniziato ad utilizzare i lavabili quando lui aveva già quasi nove mesi. E' sempre stato un bambino molto magro, con la tendenza a fare poca pipì, perciò mi sono trovata molto bene con modelli dalla vestibilità piccola e dal cavallo basso, come i Pop-In, mentre per l'assetto notturno ci bastava un bel fitted OhMama con cover.

Per Andrea ho acquistato da subito modelli diversi, per capire quale potesse fare al caso nostro. Il mio kit newborn finora ha compreso:
- 2 pannolini a culla Culla di Teby taglia S;
- 3 AIO Thirsties newborn, rispettivamente due in cotone/canapa e uno in microfibra;
- 2 pocket Baba&Boo con microfibra a contatto e inserti in bamboo;
- 3 AI2 newborn Pop-In;
- 2 AI2 Happy Flute;
- 5 prefold in cotone/canapa Thirsties taglia 1;
- 2 fitted newborn Petit Lulu;
- 3 cover newborn Happy Flute.

La maggior parte di questi li ho acquistati usati, nei gruppi di pannolini lavabili su Facebook, alcuni mi sono stati prestati da un'amica, mentre Thirsties e Petit Lulu li ho ordinati attraverso Green Mama.

Pensavo, sbagliando, che la vestibilità dei modelli newborn fosse meno variabile rispetto ai taglia unica.. sbagliando, appunto. Nei primissimi giorni a casa mi sono trovata divinamente con gli AIO Thirsties (ho amato il cotone/canapa, che ho appena acquistato anche in versione taglia unica!!), AI2 Pop-In e i Teby, perché erano quelli con la vestibilità più piccola e Didi non faceva ancora tanta pipì. Ottimi per assorbenza, anche con le cacche liquide dei neonatini, i fitted Petit Lulu, che non deludono mai, nemmeno nella versione newborn... ma la vera, grande rivelazione sono stati i prefold!!

I prefold cotone/canapa di Thirsties si sono davvero rivelati unici, per comodità ed assorbenza, persino nella fase di transizione dalla taglia newborn alla taglia unica, quando non sapevo davvero quale pannolino usare. Col senno di poi avrei potuto acquistare solo una ventina di prefold e quattro/cinque cover per fare con tranquillità i primi mesi (questo a dimostrazione di quanto, nonostante l'esperienza, non sia proprio così immediato trovare l'assetto migliore da subito).
I prefold certamente hanno degli svantaggi, che portano a sottovalutarne la praticità: non sono esteticamente appaganti come i fratelli modelli completi e agli inizi possono rivelarsi rognosi, fintanto che non si prende mano nel piegarli nel modo corretto e ad utilizzare gli snappi come chiusura. Una volta capito come metterli nel modo giusto sono favolosi, sia come tenuta delle cacche liquide, sia per la praticità di lavaggio e la velocità di asciugatura. Con un neonato e la cacca liquida avere un pannolino che si può mettere direttamente sul calorifero ed in poche ore è asciutto, è una comodità non da poco!
I prefold di Thirsties, in particolare, sono realizzati in tessuto misto cotone/canapa e sono ultra assorbenti, ma hanno anche la particolarità di essere realizzati in due strati separati (se riesco vi faccio un video nei prossimi giorni, per farvi capire cosa intendo) che ne permettono un'asciugatura molto rapida. Possono essere utilizzati più a lungo rispetto ai normali pannolini newborn completi ed anche essere ripiegati su sé stessi ed utilizzati come inserto assorbente all'interno di un pannolino pocket o di una cover con le tasche per gli inserti, come sono le Duo Wrap di Thirsties o le Cover Capri di Blueberry.

Questa è stata la nostra breve esperienza coi lavabili dalla nascita, ora ci stiamo addentrando nella fase dei taglia unica e sono pronta a vedere quali dei pannolini che ho messo via di Gabri andranno bene anche ad Andrea...
Voi avete usato i lavabili dalla nascita?
Raccontatemi la vostra esperienza!
Luisa ;-***

1 commento:

  1. Con il primo no. Ho sempre usato una marca di usa e getta biodegradabile all'80 per cento ma conveniente, Svizzera. Ora li hanno modificati e non mi trovo più molto bene, dunque sono passata anche ad altri usa e getta. Avrei voluto provare i lavabili e ne ho quattro o cinque modelli ma con i gemelli non sarei riuscita a stare dietro ai cambi e la spesa sarebbe stata elevata, dovendo
    Ne avere una grande scorta. In più, non avendo una asciugatrice, ho pensato che doppi pannolini da far asciugare fosse troppo. Mi è spiaciuto per l'ambiente (produco una montagna di rifiuti!!!!) ma, oggettivamente, già così non riesco a stare dietro ai lavaggi che richiedono due neonati in contemporanea, quindi ... però ammiro chi si addentra nel mondo dei lavabili e conosco solo mamme soddisfatte della scelta fatta.

    RispondiElimina