Riutilizzare il Chiama Angeli dopo la nascita.

7.8.18 Luisa NeoMamma On Board 0 Comments

Il ciondolo "Chiama Angeli" o "Bola Messicana" è diventato di grande tendenza come regalo per la futura mamma.
riutilizzare il chiama angeli

Questi ciondoli sono solitamente di forma sferica, realizzati in argento e contengono una pallina che, rimbalzando al loro interno, crea un dolce scampanellìo, che può essere udito e riconosciuto dal feto, fin dal secondo trimestre di gravidanza.

Conosciuto anche con il nome di "Bola", questo ciondolo-campanellino, era tradizionalmente indossato in Messico e a Bali, dalle donne gravide, portato su una lunga collana, affinchè arrivasse all'altezza del pancione. La leggenda narra che il gioiello venisse regalato come augurio di buon auspicio per le future mamme e che fosse in grado di richiamare l’attenzione dell’angelo custode che accudirà mamma e bambino durante i nove mesi di gestazione.

Durante la gravidanza di Andrea, papà mi ha regalato un bellissimo ciondolo chiama angeli, a forma di cuore. E' stato amore a prima vista e portarlo è stato davvero dolcissimo, mi sembrava che potesse essere un modo per far sentire ad Andrea la presenza della mamma, ancora di più.
Una volta nato non lo ho indossato durante l'allattamento, perchè avevo la sensazione che Andrea si facesse già distrarre ben volentieri da decine di altre cose. Così lo ho tolto, ma il pensiero di relegarlo a qualche porta gioie mi metteva una grande tristezza.
riutilizzare il chiama angeli

Molto banalmente, ho pensato di utilizzarlo per qualcosa che continuasse a stare vicino ad Andrea. Inserirlo in un pupazzetto, da tenere nella culletta vicino a lui, mi era parsa la soluzione ideale. In questo modo avrebbe potuto continuare ad avere vicino il suo chiama angeli e giocandoci avrebbe potuto sentire quello stesso scampanellìo, che per mese aveva udito da dentro il pancione.

Il pupazzetto che vedete lo ho acquistato da Tiger Italia e mi piaceva un sacco per i colori vivaci. Ho semplicemente scucito le cuciture laterali, aggiustato il ciondolo del chiama angeli bene, in mezzo all'ovatta dell'imbottitura e ricucito. Niente di più facile!
Ed ecco che il nostro amico chiama angeli non ha mai smesso di farci compagnia; dal pancione di mamma alla culletta di Andrea. Ora che è più grande ci gioca spesso e si diverte a farlo suonare.
Chissà che non gli ricordi qualcosa!? 😄
Ricordi dei bei tempi nel pancione di mamma.

Cosa ve ne pare? E' un'idea carina?
Condividetela con le vostre amiche mamme in dolce attesa, così anche loro avranno un'idea di come riutilizzare il loro ciondolo, anche dopo il parto.
LUISA ;-**

0 commenti: